(navigation image)
Home American Libraries | Canadian Libraries | Universal Library | Community Texts | Project Gutenberg | Children's Library | Biodiversity Heritage Library | Additional Collections
Search: Advanced Search
Anonymous User (login or join us)
Upload
See other formats

Full text of "STUDII DI MONSIGNOR DI CARIGNANO DESCRITTI DAL BARONE VERNAZZA"

MSKKmrn 




929.75 
C\9v 



Digitized by the Internet Archive 
in 2013 



http://archive.org/details/studiidimonsignoOOvern 



S T U D 1 1 



»i 



MONSIGNOR DI CARIGNANO 



DESCRITTI 

9 



DAL 



Barone Vernazza 



Consiguere Di Sua Altezza Serenissima, 



TORINO 1816 



COI TIPI DI DOME N ICO PANE 

STAMPATOP. E Dl S. A. S. 



Copie stampato : cinananta, 



3 



Tavole Genealogighe. 



JVlonsignor Serenissimo ha gradito , che i fatti 
pubblici di tutte le nazioni , posteriori at secolo 
decimo , tutti sien collegati con la storia della sua 
Real Famiglia. Piace pertanto a S. A. S. , che 
da quella prendano la denominazione i principii 
certi , i quali , con vocabolo greco , si chiamano 
epoche ; nh tanto lontane V una dalV ' altra , che Vin- 
tervallo generi confusione e divagamento ; ne tanto 
prossime , che inducano e minuzia di osservazioni , 
e tenuita d'animo. 

Divisi da pause proporzionate gli otto secoli , 
che precedettero la nostra eta , e facile conservar 
la memoria delle glorie domestiche , e paragonarle 
con le glorie delle altre Sovrane Famiglie, sempre 
contemplando la virtii , non mai la sola potenza. 

Ma la gloria dei Sovrani sta nella felicita del 
lor sudditi. Importa dunque assaissimo il sapere 
per quali cagioni , e per quali modi si procedesse 



4 

nelle cose di Stato : on de imitare nei predecessori 
le azioni , die splendide furono ed utili ed onore- 
voli , ed astenersi da quelle , che meritarono di non 
essere laudate. 

Nel che vuolsi avvertir da principio , e per sem- 
pre , die il male non procede quasi mai dal So- 
vrano ; se non in quanto egli err a nella scelta 
de'suoi Ministri. Se color o eccettuiamo , i cui vizii 
disonorarono o il soglio imperiale di Roma e di 
Costantinopoli , o qualche barbarico trono , qual b 
mai quel Sovrano , gli educatori del quale non gli 
abbiano inspirato il dovere della Religione , della 
Giustizia , del buon costume ? Qual fu mai Prin- 
cipe nato a regnare , al qual cara non fosse la 
virtu , V altezza dei pensieri , la prudenza , la mo- 
derazione ? dal qual ne invidia , ne vilta non fos- 
sero abborrite ? il qual se conobbe gli adulatori , 
gli amasse ? Al contrario, immensi danni da per 
tutto ha recati agli Stati V ambizione , la meschi- 
nita, la ignoranza dei male scelti e mai sopportati 
Ministri. 

Ne cib potrebbe sapersi mai bene , se la mente 
non fosse assuefatla a ben distinguere i tempi , ed 



5 

i fatti. Imperocchb una operazione di governo 
pud comparire in uno aspetto piii o men convene- 
vole , secondo che si considera o solitaria , ed iso- 
lata , ovvero combinata con gli alti inter essi dello 
Stato , contemporanei. 

Tale assuefazione equivale a spirito ed amore 
dell' ordine. Dal che vien la chiarezza delle no- 
zioni , ciob la conoscenza della verita : unico og- 
getto, che in tutte cose degno b delle meditazioni 
dei Principi. 

Le epoche son queste sette. 

La prima b il matrimonio di Oddone di Savoia 
con Adelaide di Susa; che principio fu ai Reali 
di Savoia di acquistare sovranita in Italia. 

Le tre successive sono similmente cominciamenti 
di Principato , ciob di Tommaso , di Amedeo V , e 
di Amedeo VIII. 

Le piii moderne sono tre pubblici trattati. II 
primo fu quello di Castel-Cambresl d tempi di 
Emanuel Filiberto / due ultimi cangiarono il di- 
ritto pubblico di Europa ; efurono quello di Utrecht 
a' tempi di Vittorio Amedeo II , e quello di Parigi 
ne' tempi del Regnante Vittorio Emanuele. 



6 

Venendo pertanto alle tavole genealogicJie , la 
primiera fu per conoscere la linea retta de y proge- 
nitori di Sua Altezza. La qual linea , sehbene co- 
minci da Carlo Emanuel I , che autor coniune fa 
cost della Famiglia di Carignano , come della con- 
tinuazione della Famiglia Regnante, nondimeno si 
k prolungata jino al padre di Carlo Emanuel I, 
acciocche la linea avesse principio da quel Sovrano, 
da cui si denomina la quinta epoca della istoria. 

Nel che fare si e adoprata quest 1 avvertenza : di 
cominciar dalla persona di Monsignor Serenissimo, 
e notare dipoi il padre , /' avolo , il bisavolo , V ar- 
cavolo , il bisarcavolo di Sua Altezza. II qual bisar- 
cavolo era il Principe Filiberto , fgliuol di Tom- 
maso , nipote di Carlo Emanuel I , bisnipote di 
Emanuel Filiberto. 

Con la esperienza della prima tabella, si h di- 
mostrato , che nelle genealogie il metodo piii sicuro 
e procedere dal nolo alV ignoto ; cioe dal grado 
infer lore al superior e : essendo manifesto , che a 
tutti occorre frequent emente il nominare il proprio 
genitore : e che raro , fuor dei testament i , e il caso , 
in cui Vuomo nomini tutta la sua fgliiiolanza. 



7 
Con tale osservazione si spiega per qua! motivo 

riesca difficile , e talora inutile, ogni studio che si 
faccia neLV investigar V origine delle Famiglie So- 
vrane. Per la qualita dei bassi tempi, succeduti a 
Carlo Magno , in cui la scarsezza degli uomini 
che sapessero leggere e scrivere e notissima , pud 
essersi occultata o dispersa la memoria di uno an- 
tenato. In tal caso , essendo mancato uno anello 
alia catena delle generazioni , invano per lo piii si 
adopra a connetterla colui , che incomincia da alto, 
e , dopo aver formato sistema , vuole indovinare il 
Jigliuolo , il nipote , il hisnipote. 

St a bene certamente V invocare le congetture a 
presidio degli studii. Ma chi per arnore di esse 
trova grave la fatica d } indagare da sh i documenti 
sinceri , ovvero non ha la pazienza di aspettar che 
altri li scopra , costui , sedotto da illusione di vana 
gloriuzza , facilmente multiplied gli errori. Mag- 
giore poi e la sua illusione , se , benchh instruito 
nelle cose dei bassi tempi, costui non ha gli occhi 
da esercizio perseverante addestrati alle abbrevia- 
ture , ed alle forme deW alfabeto , secondo la va- 
rieta degli anni, e dei paesi. Poichb se , dov > h 



8 

difficile, non sa francamente leggere da sb stesso , 
jion mai fara scoperte dotte. 

Spiegata la norma da tenersi 7iella costruzione 
delle tavole ge/iealogiche f si sono fatte , ne* fogli 
successivi , tante porzio7ii di genealogia , quant e 
so7io le distanze dalV wia epoca all altra ; proce- 
dendo talme7ite , che siccome la tavola prima fu 
quella che incominciava da Mo7isignore , e jiniva 
in Emanuel Filiberto , cosl V ultima fu quella che 
da Tommaso si eleva jino ad Oddone. 

he sei tavole precedenti possono, per la brevita 
di ciascheduna*, facilmente irnprimersi 7iella me- 
7no7'ia. Unite e composte in ima sola , mostrano la 
successione dei Sovrani, passata per le varie li7iee 
collaterali ; co7i i7idizio di quelli che in minorita 
cominciarono a regnare. 

Succede la discende7iza diretta di Sua. Altezza 
da Oddone , col nome della famiglia di ciasche- 
duna Principessa alleata in matrimo7iio. 

Dipoi si b deliiieata la doppia parentela di M071- 
signore C071 la Maesta del Re; e Jinalme/ite quella 
che Sua Altezza ha piii pi'ossimamente con i viventi 
Re di Europa. 



9 
Monsignore sa i principali sistemi , die dalla 
meth del secolo XV in qua so no slati imaginati 
circa Vorigine della sua Famiglia ; sa le principali 
dijfficolta , die a ciascheduno si oppongono ; ed a 
Sua Altezza basta il sapere questa general verita: 
die Oddone , intorno alia meta delV XI secolo , fu 
Conte e Mar die se e in Italia e di la dalle alpi : 
e die il controverso avolo suo , cioe quel Principe 
da cui nacque Umberto , il padre di Oddone , 
dovette senza dubbio derivare da nobilissima ed 
illustre antichita, mescolata con quella dei Sovrani 
piii sublimi e potenti di Europa. Resta adunque da 
conoscere 

prolem quae deinde sequatur a** 

Gloria j qui maneant Itala de gente nepotes. 
Da queste pagine sono con la piii diligente pre- 
cisione escluse tutte quelle nozioni , le quali per 
accelerata importunita distraggono la mente dal 
primo oggetto ; die b la semplice genealogia , dwisa 
da epoche , necessaria preparatrice agli studi cro- 
nologici della istoria. 

Torino 5 di decembre i8i5. 



VI. 7S1. 



10 



II 



EMANUELE F1LIBERT0 



Carlo Emanuele I 



Vittorio Amedeo I 



Carlo Emanuele II 



VITTORIO AMEDEO II 



Carlo Emanuele III 



Vittorio Amedeo III 



VITTORIO EMANUELE — Gde $&* 



Tommaso 
Maria di Borbone 



Filiberto 
Catterina di Este 



Amedeo 
Vittoria di Savoia 



Luigi 
Enrichetta di Assia 



Vittorio 
Giuseppina di Lorena 



Carlo 
Albertina di Sassonia 



Carlo Alberto 1 
Principe di Carignan® 












.~Br • 



U.0FIULUB, 



12 



VITTORIO AMEDEO II 
Anna di Orleans 



Carlo Emanuele IV 

Clotilde di Francia 

Venerabile Servo, di Via 



Carlo Emanuele III 
Polissena di Assia 



Vittorio Amedeo III 
Ferdinanda di Spagna 



VITTORIO EMANUELE 

Maria Teresa di Lorena 



H 



EMANUELE FILIBERTO 
Margherita di Francia 



Francesco Giacinto 



Carlo Emanuele I 
Catterina d' Austria 



Vittorio Amedeo I 
Cristiana di Francia 



Carlo Emanuele II 
Gioanna Batista di Nemours 



VITTORIO AMEDEO II 



AMEDEO VIII 

Maria di Borgogna 



Lodovico 
Anna di Cipro 



Amedeo IX 
Giollanda di Francia 



Filiberto I 



Carlo I 

Bianca 

di Monferrato 

Carlo II 



Filippo II 



Margherita 
di Borbone 



Claudia 
di Bretagna 



Filiberto II 



Carlo III 

Beatrice 

di Portogallo 



EMANUELE 
FILIBERTO 



i8 



AMEDEO V 

Sibilla di Bauge 



Edoardo 



Aimone 
Giollanda di Monferrato 



Amedeo VI 
Bona di Borbone 



Amedeo VII 
Bona di Berri 



AMEDEO VIII 



20 



21 



TOMMASO 

Margherita di Fossigni 



Amedeo IV Tommaso 

Cecilia di Baux Beatrice Fieschi 



Bonifacio 



AMEDEO V 



Pietro 



Filippo 



22 



23 



ODDONE 

Adelaide di Susa 



Amedeo II 
Giovanna di Geneva 



Umberto II 
Gisla di Borgogna 



Amedeo III 
Metilde di Albon 



Umberto III 
Beatrice di Vienna 



TOMMASO 



- I 



25 

ODDONE Successione Dei Sovrani 

I 

Amedco II 

Umberto II 

m Amedeo III 

I 

m Umberto III 

I 
» TOMMASO 



i i .1 '■:.! 

Amedeo IV Tommaso Pietro Filippo I 
m Bonifacio AMEDEO V 



1 .1 

Edoardo Aimone 




m Amedeo VI 
1 




Amedeo VII 
1 




m AMEDEO VIII 




1 

Lodovico 

1 




1 .1 
Amedeo IX Filippc 

1 1 


»II 


..1 1 .J 1 

m Filiberto I m Carlo I FilibertoII Carlo III 
i i 


1 
m Carlo II 


EMANUEL 

FILIBERTO 
■ 




1 

Carlo Eman. 

i 




1 
Vitt. Amed. I 

1 




1 I 

m Francesco m Carlo 

Giacinto Eman. II 
1 


\ 


mVITTORIO 

AMEDEO II 
i 




1 

Carlo Eman. Ill 
1 




Vitt. Amed. Ill 
I 



Carlo VITTORJO 

Eman. IV EMANUELE 



uG 



2' 



Generazioni 


Famiglia 


diretle. 


alleata in matrimonio. 


ODDONE 

Amedeo II 
i 


Susa 


Geneva 


1 

Umberto II 
1 


Borgogna 


1 

Amedeo III 

I 


Albon 


1 

Umberto III 

i 


Vienna 


TOMMASO 
i 


Fossigni 


1 

Tommaso 

1 


Fieschl 


AMEDEO V 

I 


Bauge 


1 

Aimone 

| 


Monferrato 


Amedeo VI 
i 


Borbone 


1 

Amedeo VII 

1 


Berri 


AMEDEO VIII 
1 


Bretagna 


Lodovico 
| 


Cipro 


Filippo II 

Carlo III 
| 


Bretagna 


Portogallo 


VNUELE FILIBERTO 
i 


Francia 


1 

Carlo Emanuele I 
i 


Austria 


1 

Tommaso 
1 


Borbone 


Filiberto 
1 


Este 


Amedeo 
I 


Savoia 


1 

Luigi 

I 


Assia 


1 

Vittorio 
1 


Lorena 


1 

Carlo 

■ 


Sassonia 


Carlo Alberto 


i8i5 


tiplicate per anni 55 


79 2 



1 025 nel qual anno viveva Umberto 
il padre di ODDONE 



a i 



Carlo Emanuele I 



Vittorio Amedeo I 



Carlo Emanuele II 



VITTORIO AMEDEO II 



Landgravio 

di 

Assia Rhinfels 

Ernesto Leopoldo 



Carlo Emanuele III Polissena 



Vittorio Amedeo III 



VITTORIO EMANUELE 



Enrichetta 



Tommaso 



Filiberto 



Amedeo 



Luigi 



Vittorio 



Carlo 



Carlo Alberto 



.)<) 



Augusto III Re di Polonia 



Elettor Carlo Cristiano 

di Sassonia di Sassonia 



Re di Sassonia Albertina 

Principessa di 
Carignano 



Amalia 

Regina di Napoli 

poi di Spagna 



Giuseppa 

nuora 

di Luigi XV 



Carlo Re di Napoli Re di Francia 



Carlo Alberto Re di Spagna 



52